Forum Scuola di Modellismo
Benvenuto su Scuola di Modellismo....il cui scopo è condividere idee ed esperienze, mettendole a disposizione di tutti i modellisti.

Per la visualizzazione di tutti i contenuti del forum REGISTRATI!!!!

***Ricorda di leggere il REGOLAMENTO prima di postare un messaggio.***

Potrai partecipare alla chat, ai sondaggi del forum, vedere gli ultimi argomenti e le guide sul funzionamento del forum.

***** Non dimenticare di presentarti! *****

Lo Staff
PER IL NOSTRO FORUM
Documento senza titolo
Chi è online?
In totale ci sono 9 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 9 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 234 il Gio 30 Dic 2010 - 8:51
Mag 2018
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

Calendario Calendario

Accedi

Ho dimenticato la password

Dal 24-luglio-2009
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata


Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Andare in basso

Re: Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Messaggio Da luigi43 il Gio 22 Feb 2018 - 8:21

Gran bel lavoro complimenti. Luigi
avatar
luigi43
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Messaggio Da jack.aubrey il Dom 25 Feb 2018 - 14:55

Grazie cari colleghi per i vostri commenti positivi . . . Jack




Venerdì 23 Febbraio 2018

Nulla di nuovo . . unico lavoro che ho eseguito in questi giorni è applicare una mano di olio per legno sul ponte principale, attività che ha radicalmente modificato il colore del legno.

Ed è proprio questo che mi preme far notare.

Le prime tre foto sono state fatte con la (poca) luce naturale mentre le rimanenti tre sono state scattate nelle stesse condizioni di luce artificiale del mio messaggio precedente e che dovrebbero permettere di meglio notare la differenza tra il prima e il dopo.

Per quanto riguarda le prossime attività questo subiranno una pausa di circa una settimana, stando alle previsioni meteo, a causa dell'ondata di freddo siberiano prevista: non sono minimamente interessato a passare ore nel mio box laboratorio al freddo !! :mrgreen:

01 Ragusian Carrack/23022018/IMG_20180223_130847.jpg


01 Ragusian Carrack/23022018/IMG_20180223_130922.jpg


01 Ragusian Carrack/23022018/IMG_20180223_130956.jpg


01 Ragusian Carrack/23022018/IMG_20180223_192344.jpg


01 Ragusian Carrack/23022018/IMG_20180223_192500.jpg


01 Ragusian Carrack/23022018/IMG_20180223_192544.jpg
avatar
jack.aubrey
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Messaggio Da Walter Furlan il Dom 25 Feb 2018 - 15:42

Ciao Jack, che tipo di olio hai usato?

_________________

Walter
Un amico è la persona con cui osi essere te stesso (Pam Brown)[/i]

Regolamento Forum: http://www.forumscuoladimodellismo.com/regolamento-f8/regolamento-del-forum-t274.htm
Guida pubblicazione video e immagini: http://www.forumscuoladimodellismo.com/guida-alla-pubblicazione-delle-immagini-f12/
E-mail moderazione: moderazione@scuoladimodellismo.it
avatar
Walter Furlan
Moderatore
Moderatore


Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Messaggio Da jack.aubrey il Dom 25 Feb 2018 - 16:14

Ciao Walter,

si tratta di un olio per rinnovare il legno della ditta GUBRA venduto in una bottiglietta di plastica grande grosso modo come quella di un CRODINO. E' disponibile in due o tre colori ma io utilizzo quello neutro.

Essenzialmente contiene olio di paglierino ma c'è anche altro. Ovviamente ravviva il colore del legno e lo nutre. Ma la cosa bella è che nel giro di un giorno esso viene completamente assorbito e non unge più. In più è totalmente opaco.

Ho utilizzato questo prodotto su vari modelli e questo mi ha evitato la verniciatura finale con trasparente.
Non inibisce assolutamente l'utilizzo della colla vinilica, come di ogni altra, e questo è importante, almeno per me, in quanto per esempio in questo modello chissà quanti pezzi dovranno essere ancora incollati sul ponte e questa operazione potrà essere eseguita utilizzando di volta in volta il collante adatto. Se fosse già stato trattato ad esempio con turapori l'incollaggio con la vinilica avrebbe una forza ben minore . .

Ciao. Jack.
avatar
jack.aubrey
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Messaggio Da Walter Furlan il Mar 27 Feb 2018 - 15:28

confermo jack, li uso anch' io, il paglierino, il rosso e il manutentore noce, sono ottimi e come dici tu evitano la vernice. ho usato solo quello paglierino sull' artesien.

_________________

Walter
Un amico è la persona con cui osi essere te stesso (Pam Brown)[/i]

Regolamento Forum: http://www.forumscuoladimodellismo.com/regolamento-f8/regolamento-del-forum-t274.htm
Guida pubblicazione video e immagini: http://www.forumscuoladimodellismo.com/guida-alla-pubblicazione-delle-immagini-f12/
E-mail moderazione: moderazione@scuoladimodellismo.it
avatar
Walter Furlan
Moderatore
Moderatore


Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Messaggio Da jack.aubrey il Gio 8 Mar 2018 - 9:25

Giovedì 8 Marzo 2018 ---------------- Planking Creativo . . .

Ora che il freddo dei giorni scorsi si è mitigato, ho ripreso le attività per concludere il primo fasciame dello scafo. Come avevo già anticipato, questa operazione mi sta dando qualche grattacapo a causa della forma particolare della prua e in parte, anche se molto meno, della poppa.

Dopo aver constatato che l'applicazione dei nuovi corsi dall'alto verso la chiglia diventava sempre meno praticabile, ho deciso di continuare partendo dalla chiglia a salire verso l'alto.

Ma il problema a prua rimaneva inalterato e sinceramente mi sono pentito di non aver ulteriormente riempito lo spazio tra la prima e la seconda ordinata a prua con ulteriori blocchetti. Lo spazio tra la seconda e la terza ordinata invece dovrebbe andar bene così come è ora. Ma ormai è troppo tardi.

E qui ho introdotto un poco di creatività in modo da semplificare il lavoro restante, almeno fino alla prossima crisi. Da qui la definizione di PLANKING CREATIVO del titolo, concetto che farà sicuramente inorridire il modellista ortodosso ma che a me sinceramente importa ben poco in quanto il tutto verrà successivamente coperto dal secondo fasciame, che ovviamente non potrà seguire questa impostazione creativa.

Di cosa si tratta ? Beh, in questo caso più che spendere cento parole per spiegarlo, penso che basti un'immagine per rendere al meglio l'idea . .
Allego quindi un paio di immagini che, spero, possano essere interpretate correttamente.

Infine un paio di parole sui pezzetti di legno incollati sopra ai listelli, che nella foto si possono vedere in 3/4 punti sullo scafo: si tratta di riempimenti di minimo spessore che servono a livellare un pezzo di scafo con i listelli adiacenti a causa di dislivellamenti causati da varie cause. Una volta incollati nei posti giusti e opportunamente carteggiati, risolvono brillantemente il problema senza utilizzo di stucco. A scafo chiuso sicuramente ne serviranno altri.

Un cordiale saluto, Jack.Aubrey.

01 Ragusian Carrack/08032018/IMG_20180307_183813.jpg


02 Ragusian Carrack/08032018/IMG_20180307_183849.jpg
avatar
jack.aubrey
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Messaggio Da jack.aubrey il Lun 26 Mar 2018 - 18:43

Domenica 25 Marzo 2018

Ho praticamente terminato l'applicazione del primo fasciame della Caracca Ragusina. Causa l'arrivo quasi concomitante di mia figlia dall'aeroporto di Pisa proveniente da Stoccolma ho dovuto interrompere e quindi mancano un paio di "stealer" vicino al dritto di poppa su entrambi i lati dello scafo. Penso di chiudere definitivamente la questione a breve.

L'ultima mezza dozzina di listelli (per lato) non sono stati propriamente una passeggiata, e onestamente pur con l'esperienza maturata con questo primo fasciame, non ho idea di come approcciare in modo corretto il secondo fasciame in questa zona dello scafo. Vedremo.
Al peggio, siccome è una zona sotto la linea di galleggiamento che dovrebbe essere colorata (secondo i piani del kit) in nero (ma non dovrebbe essere in bianco sporco ?) verrei a mascherare con pittura una disposizione di listelli non corretta.

Una volta applicati  i quattro pezzetti di legno ancora mancanti, mi aspetta una simpatica sessione (o più) di carteggiatura, per cui . . . segatura e ancora segatura.

Salutoni. Jack.

01 Ragusian Carrack/25032018/IMG_20180325_122425.jpg


01 Ragusian Carrack/25032018/IMG_20180325_122430.jpg


01 Ragusian Carrack/25032018/IMG_20180325_122439.jpg


01 Ragusian Carrack/25032018/IMG_20180325_122523.jpg
avatar
jack.aubrey
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Messaggio Da Walter Furlan il Lun 26 Mar 2018 - 21:22

Ciao Jack
Inizia il secondo fasciame partendo dalla linea di pontuale, calcola quanti listelli servono e riporta la misura per la rastrematura su ogni ordinata

_________________

Walter
Un amico è la persona con cui osi essere te stesso (Pam Brown)[/i]

Regolamento Forum: http://www.forumscuoladimodellismo.com/regolamento-f8/regolamento-del-forum-t274.htm
Guida pubblicazione video e immagini: http://www.forumscuoladimodellismo.com/guida-alla-pubblicazione-delle-immagini-f12/
E-mail moderazione: moderazione@scuoladimodellismo.it
avatar
Walter Furlan
Moderatore
Moderatore


Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Messaggio Da jack.aubrey il Mar 27 Mar 2018 - 10:37

Monday 26 March 2018

Qui sotto altre immagini del modello, stesso giorno del messaggio precedente. Saluti, Jack.

01 Ragusian Carrack/25032018/IMG_20180325_122538.jpg


01 Ragusian Carrack/25032018/IMG_20180325_122555.jpg


01 Ragusian Carrack/25032018/IMG_20180325_122546.jpg


Un ricordino fatto di birre da Stoccolma, speriamo siano buone quanto sono belle a vedersi. Le lascio riposare qualche giorno dal viaggio in aereo e poi  . . alla vostra salute.

01 Ragusian Carrack/25032018/IMG_20180325_184115.jpg


Ciao Walter, ho letto il tuo messaggio.
Magari fosse cosi semplice . . è un metodo che già conosco ma che per questa particolare forma di scafo non riesce a soddisfare le necessità.
In questo caso, una volta arrivati grosso modo alla linea di galleggiamento, nasce la necessità di predisporre dei listelli non tanto rastremati quanto con un andamento longitudinale piegato,per poter aderire senza sforzo alla curvatura imposta dalla forma inferiore della prua.
E' un sistema che conosco ma che obbliga a costruire listelli conformati ad hoc non ottenibili dai classici listelli diritti. In teoria potrei poiché io parto da fogli di impiallacciatura e lo posso ritagliare già della forma voluta. Infatti farò una o due prove per vedere se vale la pena di usare questo sistema sicuramente molto "time consuming". Come ho scritto prima,mal che vada, un paio di mani di nero all'opera viva e tutto viene nascosto.
Grazie comunque del consiglio, sentiamo se qualcun altro ha qualche nuova idea.
Salutoni, Jack.
avatar
jack.aubrey
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Messaggio Da jack.aubrey il Ven 6 Apr 2018 - 15:38

Giovedì 5 Aprile 2018

Terminato definitivamente il primo fasciame.
Le tre foto che seguono mostrano una piccola fessura ancora da chiudere nel raccordo tra lo scafo e il castello di prua, cosa che è stata sistemata ma non ho ritenuto scattare altre foto per un così insignificante dettaglio. Ora si tratta di levigare tutto lo scafo in modo da pareggiare i piccoli dislivelli tra alcuni listelli e sistemare un paio di piccoli avvallamenti nella zona bassa a prua.

01 Ragusian Carrack/28032018/IMG_20180328_195638.jpg


02 Ragusian Carrack/28032018/IMG_20180328_195722.jpg


03 Ragusian Carrack/28032018/IMG_20180328_195757.jpg


Intanto che mi faccio venire la voglia di respirare un po di segatura, ho provveduto a completare il secondo fasciame in ciliegio sullo specchio di poppa. Seguono tre immagini del risultato.

04 Ragusian Carrack/05042018/IMG_20180405_160542.jpg


05 Ragusian Carrack/05042018/IMG_20180405_160449.jpg


06 Ragusian Carrack/05042018/IMG_20180405_160225.jpg


Alla prossima anche se ho un tavolo e due sedie da giardino un po rovinati dal sole e dalle interperie da sistemare: carteggiatura, un paio di mani di impregnante e una mano finale di trasparente effetto cera. Questo per affermare di non aspettarsi novità troppo a breve. Saluti, Jack.
avatar
jack.aubrey
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Messaggio Da jack.aubrey il Dom 8 Apr 2018 - 15:44

Domenica 8 Aprile 2014

Siccome non prevedo di avere molte cose da mostrare a breve, ho deciso di approfondire alcuni aspetti legati alla rifinitura del primo fasciame in previsione dell'applicazione del secondo fasciame, che, ricordo, verrà eseguito utilizzando dei listelli autocostruiti ricavati da impiallacciatura di legno di ciliegio.

Vediamo di chiarire per bene: una volta che si è terminato di incollare i listelli del primo fasciame, occorre levigare lo scafo in quanto saranno presenti su di esso una miriade di imperfezioni, da cose di pochissima importanza a problemi che potrebbero anche condizionare il lavoro successivo e i risultati attesi. Di solito in questa fase si lavora con carta vetrata e blocchetti levigatori di varie forme per lisciare e livellare lo scafo. Nei casi più ostinati anche di stucco per legno.

Uno dei problemi che si verifica quasi sempre è costituito dal fatto che due o più listelli affiancati presentano dei dislivelli a forma di scalino, scalini originatisi per diversi motivi, ad esempio per lo spessore dei listelli diverso, magari solo di qualche decimo, oppure una curvatura leggermente differente ed altro. A prescindere dal perché, la fase di rifinitura dopo il primo fasciame deve risolvere questi aspetti per mostrare, alla fine, uno scafo perfettamente liscio, senza scalini (oltre una certa tolleranza), gobbe o avvallamenti.

Le soluzioni per livellare questi scalini sono sostanzialmente due: 1) abbassare la zona del listello più sporgente in modo da portarlo allo stesso livello di quello più infossato oppure 2) riempire la zona del listello più infossato in modo da portarlo al livello di quello più sporgente.
Nel primo caso occorre quindi levigare con blocchetti levigatori e carta vetrata in modo da rimuovere la parte eccedente, nel secondo occorre riempire con un elemento riempitivo (stucco per legno o legno) la parte mancante.
Per quanto riguarda la soluzione da adottare di volta in volta non esiste una regola precisa, sta alla nostra sensibilità, esperienza e conoscenza di come abbiamo applicato il fasciame. Comunque su uno scafo ci troveremo sicuramente ad utilizzare entrambi i metodi in quanto questi dislivelli sono molto comuni.

Abbiamo quindi scritto che nel caso della soluzione -1- è sufficiente levigare per bene la zona incriminata per raggiungere il risultato, mentre nel secondo caso, una volta individuati i punti ove intervenire, possiamo scegliere tra a) usare lo stucco come riempitivo oppure b) incollare del legno, sotto forma di listelli di spessore adeguato nella zona da riempire e successivamente pareggiare il tutto tramite levigatura.

Nelle foto 01 e 02 che seguono possiamo vedere sullo scafo della caracca delle zone evidenziate con una matita dove occorre applicare del riempitivo. Sono anche visibili, grazie all'alto contrasto delle immagini in pieno sole, molte altre zone con presenza di scalini. Ove non segnate a matita, significa che ho deciso per quelle zone di utilizzare la soluzione -1-. Personalmente, dopo una preventiva sgrossatura, mi siedo in una zona ben illuminata e procedo ad identificare queste zone critiche e a evidenziarle, segnandone la corretta posizione.

Per ora è tutto, alla prossima. Saluti, Jack.

01 Ragusian Carrack/07042018/IMG_20180407_105523.jpg


02 Ragusian Carrack/07042018/IMG_20180407_105529.jpg
avatar
jack.aubrey
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Messaggio Da jack.aubrey il Lun 9 Apr 2018 - 12:19

Lunedì 9 Aprile 2014

Si tratta ora di applicare il riempitivo. Personalmente cerco di evitare l'utilizzo dello stucco e preferisco usare listelli di legno come riempitivo.

Allo scopo ho una scorta di listelli di legno dolce dello spessore di 0,5mm che di solito va bene per la quasi totalità dei casi. I listelli devono avere la stessa altezza di quelli usati per il fasciame.

Ritaglio un pezzetto di listello della dimensione dell'area da riempire, poi, con la colla al cianoacrilato lo incollo al suo posto e passo ad un'altra zona fino a completare l'operazione su tutte la parti precedentemente evidenziate. A questo punto passo sopra queste zone un mano di colla vinilica diluita al 50% con acqua in modo da impregnare il listello e riempire con colla tutti i bordi esterni. Questa operazione fissa in modo adeguato il listello allo scafo anche nelle zone più remote assicurando un incollaggio che copre il 100% dell'area assicurando una tenuta perfetta. Le immagini 03 e 04 mostrano questi listelli applicati e prima della fase di levigatura successiva.

Lascio per sicurezza trascorrere una giornata ad asciugare e passo poi a levigare la parte di listello eccedente. A questo punto il problema è al 99% risolto. Una volta levigato con carta abrasiva sempre più fine, provvedo a stabilizzare la zona riapplicando una seconda mano di vinilica diluita seguita a distanza di alcune ore da una lieve lisciatura con carta abrasiva abbastanza fine. Nei casi più ostici solo a questo punto prendo in considerazione l'applicazione di una piccola quantità di stucco.

03 Ragusian Carrack/07042018/IMG_20180407_115552.jpg


04 Ragusian Carrack/07042018/IMG_20180407_115602.jpg


PS: Questa tecnica può essere utilizzata anche per sistemare zone dello scafo ove fossero presenti lievi avvallamenti.
Le foto 05 e 06 mostrano due di queste aree nella zona di prua nelle quali ho messo in atto questa tecnica. Anche qui a seguire la levigatura.
Va da se che invece per i dossi c'è solo una soluzione: prevenire la loro formazione controllando per bene l'andamento del listello prima di applicarlo.

05 Ragusian Carrack/07042018/IMG_20180407_115608.jpg


06 Ragusian Carrack/07042018/IMG_20180407_115625.jpg


Nel prossimo messaggio passerò a mostrare il risultato ottenuto a lavorazione terminata.
avatar
jack.aubrey
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Messaggio Da jack.aubrey il Dom 15 Apr 2018 - 11:12

Venerdì 13 Aprile 2018

Vediamo oggi di completare il discorso interrotto qualche giorno fa, relativo al livellamento degli scalini tra un listello e l'altro senza utilizzare lo stucco.

Una volta terminate le attività preparatorie (incollaggio spezzoni di listello, fissaggio con colla vinilica diluita, ecc), si passa alla carteggiatura di questi spezzoni per livellarli alle altre parti dello scafo.
Si consiglia di lavorare con delicatezza, evitando di utilizzare carta abrasiva di grana troppo grossa. E' importante utilizzare esclusivamente blocchetti levigatori, evitando, fino al raggiungimento del risultato voluto, l'uso di carta abrasiva con mani libere.

Le prime due immagini mostrano il lavoro pressoché terminato quando questa tecnica viene utilizzata per eliminate i dislivelli tra un listello e l'altro: a seconda dell'altezza dello scalino, lo spezzone sarà più o meno sottile, tanto che in alcuni punti possono apparire i segni fatti con la matita per delimitare l'area mentre in altri no.    

01 Ragusian Carrack/13042018/IMG_20180413_183457.jpg


02 Ragusian Carrack/13042018/IMG_20180413_183512.jpg


Nelle prossime due immagini vediamo invece il risultato quando si utilizza questa tecnica per riempire avvallamenti sullo scafo. Qui la tecnica di levigatura, anche se molto simile, è lievemente differente ma con un poco di pratica e intuizione si impara subito come procedere.    

03 Ragusian Carrack/13042018/IMG_20180413_183432.jpg


04 Ragusian Carrack/13042018/IMG_20180413_183520.jpg


Per ultimo un'immagine da una posizione particolare dove è possibile notare come i due leggeri avvallamenti che erano presenti siano ora scomparsi. Questo è apprezzabile osservando la corretta linea curva dello scafo.

05 Ragusian Carrack/13042018/IMG_20180413_183540.jpg


Infine, come ultima operazione una nuova passata di colla vinilica diluita sopra le aree dove si è intervenuto e, quando la miscela di acqua e colla sarà perfettamente asciutta, una leggera passata con carta abrasiva finissima per lisciare definitivamente il tutto. Per accelerare l'asciugatura e perdere poco tempo, potete utilizzare un asciugacapelli che con il calore velocizza l'operazione.
 
Ora che abbiamo sistemato anche questi problemi possiamo passare alla levigatura finale dello scafo che da ora in poi  diventa una faccenda ordinaria, fatta di pazienza e di polvere di segatura. In alcuni casi potremmo riempire con stucco le piccole fessure presenti in certi punti dello scafo, ma di solito, dovendo applicare sopra il tutto il secondo fasciame, questa operazione non è strettamente necessaria e si potrebbe anche bypassare.

Un cordiale arrivederci, Jack.Aubrey.
avatar
jack.aubrey
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Messaggio Da Walter Furlan il Dom 15 Apr 2018 - 13:31


_________________

Walter
Un amico è la persona con cui osi essere te stesso (Pam Brown)[/i]

Regolamento Forum: http://www.forumscuoladimodellismo.com/regolamento-f8/regolamento-del-forum-t274.htm
Guida pubblicazione video e immagini: http://www.forumscuoladimodellismo.com/guida-alla-pubblicazione-delle-immagini-f12/
E-mail moderazione: moderazione@scuoladimodellismo.it
avatar
Walter Furlan
Moderatore
Moderatore


Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Messaggio Da jack.aubrey il Gio 3 Mag 2018 - 12:47

Giovedì 3 Maggio 2018

In vista del mio ritorno a Cinisello Balsamo, pianificato per venerdì 11 Maggio dopo ben otto mesi trascorsi in Toscana, ho imballato tutto il materiale necessario per la Caracca Ragusina che ho qui a Pisa.
Ma, come dice il vecchio proverbio, "il diavolo fa le pentole ma non i coperchi", e di conseguenza è emerso un problema che mi costringe a rimandare il ritorno probabilmente fino a metà Giugno.

Conseguenza di ciò è che mi trovo costretto a tenere chiuso il cantiere per più tempo di quanto pensavo, quindi non aspettatevi ulteriori progressi su questo diario per un po di tempo, almeno fino alla seconda metà di Giugno.
Cordiali saluti, Jack.

PS: probabilmente ne trarrà beneficio l'associazione perché dovrei avere il tempo per terminare cinque/sei articoli, per il portale o la rivista, che ho messo in cantiere da tempo e che non riuscivo a completare.
avatar
jack.aubrey
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Messaggio Da gino arcuri il Gio 3 Mag 2018 - 20:21

Cercheremo di sopravvivere Very Happy
A presto!

_________________
Già da piccolo ero particolarmente attratto da tutto ciò che raffigurava riproduzioni miniaturizzate;
ma ero principalmente affascinato dalle riproduzioni di barche e di vascelli con i loro cannoni e le loro vele e con tutto quel groviglio di fili di cui non capivo molto e mi chiedevo se era veramente necessario che fossero così tanti.
avatar
gino arcuri
Utente sostenitore
Utente sostenitore


Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Messaggio Da Walter Furlan il Ven 4 Mag 2018 - 22:14

Noi aspettiamo
Ciao Jack

_________________

Walter
Un amico è la persona con cui osi essere te stesso (Pam Brown)[/i]

Regolamento Forum: http://www.forumscuoladimodellismo.com/regolamento-f8/regolamento-del-forum-t274.htm
Guida pubblicazione video e immagini: http://www.forumscuoladimodellismo.com/guida-alla-pubblicazione-delle-immagini-f12/
E-mail moderazione: moderazione@scuoladimodellismo.it
avatar
Walter Furlan
Moderatore
Moderatore


Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Caracca Ragusina, Jack.Aubrey, Scala 1:60

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum