Forum Scuola di Modellismo
Benvenuto su Scuola di Modellismo....il cui scopo è condividere idee ed esperienze, mettendole a disposizione di tutti i modellisti.

Per la visualizzazione di tutti i contenuti del forum REGISTRATI!!!!

***Ricorda di leggere il REGOLAMENTO prima di postare un messaggio.***

Potrai partecipare alla chat, ai sondaggi del forum, vedere gli ultimi argomenti e le guide sul funzionamento del forum.

***** Non dimenticare di presentarti! *****

Lo Staff
PER IL NOSTRO FORUM
Documento senza titolo
Chi è online?
In totale ci sono 10 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 10 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 234 il Gio 30 Dic 2010 - 8:51
Novembre 2018
LunMarMerGioVenSabDom
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Calendario Calendario

Accedi

Ho dimenticato la password

Dal 24-luglio-2009
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata


Aiuto per vele

Andare in basso

Aiuto per vele

Messaggio Da Ospite il Mer 21 Gen 2009 - 22:57

Sera ragazi volevo sapere se potevate aiutarmi!!!!!!! mi potete aiutare nel costruire delle vele?????su internet trovai un manuale dettagliatissimo solo che ora non ricordo dove!!!!! Crying or Very sad Crying or Very sad
mi sapete consigliare dove posso trovare una cosa simile,che mi possa aitare nel cucirle???

aspetto pasientemente!!!!grazie anticipatamente!!!!!

morfeo81

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Aiuto per vele

Messaggio Da jack.aubrey il Gio 22 Gen 2009 - 11:16

Ciao, ho estratto per te una piccola raccolta di scritti sull'argomento, se mi dai il tuo indirizzo di posta elettronica, ti posso mandare il file compresso che li contiene tutti.

Inoltre prendi anche questa trattazione (non è mia ovviamente):

Le vele dei modelli sono per definizione fuori scala, e le cuciture sia per simulare i ferzi che per fare gli orli o gli eventuali rinforzi, marcano ancora di più questo problema.

Durante una discussione fra modellisti su questo problema, alcuni anni fa, Giorgio Osculati venne fuori con l'idea di usare la matita per segnare i ferzi, e di realizzare orli e rinforzi semplicemente incollandoli sulla vela.

Ho rimuginato l'idea e alla prima occasione l'ho applicata ottenendo buoni risultati che con successivi aggiustamenti dovuti all'esperienza sono diventati ottimi ed hanno riscosso l'approvazione degli amici che l'hanno utilizzata a loro volta.

Un vantaggio del metodo e non di poco conto, è quello di rendere il modellista autonomo da mogli, madri e sorelle, in quanto l'uso di ago e filo è quasi trascurabile.
TECNICA

Preparare quelle che io definisco vele di carta, cioè ritagliare dal disegno le vele che si ha intenzione di montare sul modello usando ovviamente delle fotocopie.

Procurarsi la tela per le vele, pelle d'uovo o simile, io mi trovo bene con vecchi lenzuoli lavati centinaia di volte, ben stirata.

Dato che sui disegni il contorno delle vele è una semplice riga praticamente priva di spessore, è necessario ridurre le dimensioni della vela di stoffa di 1 o 2 millimetri per compensare lo spessore del gratile che invece uno spessore lo avrà.
Non farlo può costare caro una vela di 2 millimetri più grande che si somma ad un pennone di 2 millimetri più corto obbliga a prendere la dolorosa decisione: rifare la vela o il pennone?

Appoggiare la vela di carta sulla tela e segnarne con la matita i contorni.

Segnare all'esterno della vela, sopra e sotto, dei riferimenti in corrispondenza dei ferzi calcando bene in modo che il segno si veda anche dalla parte opposta, unire con la matita i segni ottenendo una serie di righe parallele che simuleranno i fersi.
Se si vuole si possono tracciare anche 2 linee parallele per rappresentare la doppia cucitura dei ferzi al vero, ma l'effetto è buono anche con un solo tratto.
Per le dimensioni dei ferzi io in 1/75 faccio ferzi di 1 centimetro. Corrispondente a circa 80 centimetri al vero.

Ripetere l'operazione sul lato opposto della vela.

Passare l'orlo della vela con del vinavil diluito con un pò d'acqua usando un pennellino per circa 2 millimetri all'interno e quanto si vuole all'esterno e lasciare sciugare la colla (serve ad evitare sfilacciamenti al momento del taglio).

Ritagliare l'orlo della vela cura conservando la parte esterna (in particolare in presenza di linee curve, la lunata per esempio).

Rilevare le dimensioni degli orli e con un pennelliino mettere del vinavil sulla vela (dal lato dove andranno gli orli) e sovrapporre alla vela per la misura rilevata la parte esterna tagliata corrispondente un lato alla volta.

Asciugata la colla tagliare l'eccesso di tessuto e abbiamo i nostri orli.

Preparare un pesso di tela imbevuto di vinavil diluito e lasciare asciugare.
Ritagliare dalla stesso i rinforzi e incollarli alla vela secondo il disegno.
Per rinforzi semicircolari prendere una moneta di misura adeguata e ricavare dei cerchietti di tela da incollare agli angoli e da rifinire a colla asciutta.
Le bande di rinforzo per i terzaruoli richiedono un pò di attenzione in quanto si tratta di striscie di tela molto sottili e quindi fragili, ritagliarle dal solito pezzo di tela vinavilato e incollarle al loro posto.

N.B. per le vele quadre orli, rinforzi ed eventuale batticoffa vanno sulla faccia posteriore della vela mentre i rinforzi per le bande di terzaruolo vanno sulla faccia anteriore.
Per le vele di taglio orli e rinforzi sul lato destro, bande di terzaruolo sul lato sinistro.


IL GRATILE

A questo punto abbbiamo la nostra vela con il proprio profilo esterno formato da due strati di tessuto che in corrispondenza di rinforzi diventano tre e che ci danno uno spessore piccolo ma sufficiente.

Appoggiare la vela su di una superficie refrattaria al vinavil (vetro o anche un pezzo di tovaglia in plastica).
Preparare un pezzo di filo corrispondente al perimetro della vela più qualche centimetro.
Per la scala 1/75 il filo da cucito n°.16 è perfetto.
Partendo dal centro del lato che al termine del montaggio sul modello sarà meno visibile (per le vele quadre il lato del pennone) spennellare del vinavil non diluito sul bordo della tela appoggiare la tela al refrattario e con le dita fare aderire il filo al bordo fino al primo angolo, passare una lama sottile fra il refrattario e la vela per assicurarsi che sia staccata e fare asciugare la colla.

A questo punto ci vogliono proprio ago e filo.
Fare con l'ago un foro presso l'angolo della vela e con un filo sottile da cucito n°.50 dare tre o quattro passate attorno al gratile.
Piegare il filo (quello del gratile) lasciando l'anello di bugna e dare altri tre o quattro giri di filo sul lato successivo, spennellare di vinavil il nuovo lato e ripetere il procedimento fino a completare il perimetro della vela.
Se la bugna prevede la presenza di un anello in ferro inserirlo prima di chiuderla.
Tagliare con cura l'eccesso di filo al raggiungimento del punto di partenza

Controllare in controluce l'incollaggio del gratile (ci saranno dei punti dove lo stesso non si sarà incollato) e con il pennellino aggiungere colla dove necessario.

Completare la vela con i successivi accessori:

Terzaruoli (io li incollo alla vela stessa in quanto i terzaruoli che puntano in tutte le direzioni come se fossero di ferro sono quanto mai bruti da vedere)

Brancarelle annodarle al loro posto facendo attenzione a prendere nel nodo anche un pezzettino di tessuto e non solo il gratile, in caso contrario la trazione della manovra collegata alla brancarella strapperà il gratile stesso, può essere utile anche in questo caso dare un paio di giri con ago e filo.


Il procedimento è facile a condizione di saper dosare la giusta quantità di vinavil: se poca il gratile non si incollerà , se troppa si incollerà la vela al refrattario e staccandola si staccerà anche il gratile.

Credo di aver realizzato con questo sistema almeno un centinaio di vele sia per me che per amici con piena soddisfazione quindi garantisco che il metodo funziona!
Provate !!

VELE COLORATE

Per fare le vele colorate si può semplicemente usare la tela già nella giusta tinta: lapalissiano.

Peccato che la giusta tinta nel tessuto adatto alla realizzazione delle vele non si trova mai, quindi bisogna tingere la tela bianca che ci serve.

Nei colorifici si trova in diversi colori una tintura in polvere definita come colori per Batik marca Deka.
Se il colore che ci serve non è nell'assortimento bisogna miscelare le polveri per ottenere il colore che ci interessa.

Uso
Le istruzioni dicono di eliminare preventivamente l'appretto, per i meno esperti l'appretto è una finitura data ai tessuti nuovi.
Se la vostra tela è usata non dovete fare niente, se è nuova fatele fare un passaggio in lavatrice alla prima occasione o se volete essere indipendneti fatela bollire per 10 minuti in una pentola, tanto la pentola serve al prossimo passaggio.

Si fa bolire dell'acqua in una pentola (non in quella destinata alla pasta asciutta... mi raccomando!) si scioglie la polvere colorante e si immerge la tela per il tempo indicato nelle istruzioni del prodotto aggiungendo un pò di sale come fissante.

Si estrae la tela e se il colore ci va bene Ok, altrimenti si immerge di nuovo eventualmente con una aggiunta di colorante.

Se la tela è stropicciata o comunque se l'immersione non è perfettamente uniforme la nostra tela avrà delle arianature di colore che personalmente trovo utili a dare l'impressione di realismo alle vele.

Se si desiderano vele con sfumature diverse di colore, vele più chiare o più scure: variare i tempi di permanenza del tessuto nella pentola.

VELE CON DISEGNI

Per le vele con disegni di vari colori come quelle in uso nell'Adriatico il metodo descritto sopra va bene per il colore di fondo, per gli altri colori si deve procedere con pennellini eun altro prodotto sempre della Deka: il DEKA PERM colore per tessuti (attenzione è di due tipi COPRENTE e NON COPRENTE. Per il nostro uso serve il coprente).

Uso
Disegnare sulla vela già pronta ad esclusione dei gratili e matafioni i contorni del disegno che si vuole realizzare.

Con un pennellino fine iniziare a colarare dai contorni e poi riempire di colore con un pennellino piatto di dimensioni maggiori. Il colore non spande assolutamente le eventuali sbavature saranno dovute esclusivamente alla mano tremula (..per eccesso di brindisi).

Completato un lato della vela lasciare asciugare e ripetere il procedimento sull'altro lato.

Fissare il colore con un ferro da stiro caldo (usate preferibilmente quello vecchio da buttare.. altrimenti vostra moglie o madre....!!).

Completare la vela con il gratile e i matafiorni.


VELE CON DISEGNI COMPLESSI
(draghi sulle vele vichinghe o motivi araldici sulle vele dei galeoni etc.)


Nei negozi dove si fanno fotocopie (spesso viene fatta pubblicità alla possibilità di riportare foto o disegni sulle magliette) ebbene con la nostra tela da vele e un disegno in carta ripreso magari direttamente dai piani costruttivi vi fate fare una bella fotocopia sulla tela e poi fate la vela.

Potete fare la fotocopia in bianco e nero e poi colorare il disegno con il metodo descritto sopra oppure fate fare una fotocopia a colori colorand eventualmente il disegno su carata è più facile e meno costoso (la fotocopia a colori costa di più ma risparmiate il costo dei colori per tessuto).

(ndr aggiungiamo a quanto detto dall'autore che è possibilie anche utilizzare la propria stampante a getto di inchiostro e le carte speciali per tessuti. Il disegno può essere scannerizzato e stampato sulla carta speciale; quindi applicato al tessuto mediante ferro da stiro. Attenzione, il disegno viene riportato sul tessuto in negativo, come se ci si guardasse allo specchio. Quindi predisporre il disegno da stampare in negativo! Unica altra nota: di norma il risultato è più che accettabile, attenzione solo all'uso del ferro da stiro che può alterare con il calore eccessivo i colori ingiallendoli, inoltre l'applicazione attraverso carte speciali per tessuti, lascia la tela leggermente rigida per effetto delle colle fissanti. Per ammordire la tela sarà quindi necessario un successivo lavaggio, facendo comunque attenzione a non esagerare per non asportare parti del disegno o dei colori... meglio acqua fredda o tiepida.)

RIFINITURA A MONTAGGIO AVVENUTO

A modello finito spennellare le vele con lacca per mobili in scaglie diluita con alcool e asciugare le stesse con un comune asciugacapelli: le vele assumeranno una forma realistica come se fossero gonfiate dal vento e contemporaneamente prenderanno il colore giallastro che devono avere (vale per le vele bianche).
N.B. il getto dell'aria dell'asciugacapelli deve corrispondere alla direzione del vento che avremo deciso prima del montaggio orientando opportunamente durante il montaggio stesso vele e pennoni.

Avere fatto scuola di vela a Caprera e avere portato una barca a vela per tutti i mari italiani è di grande utilità per questo ultimo punto.

Enrico Pilani (l'autore di questo scritto)
avatar
jack.aubrey
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiuto per vele

Messaggio Da morfeo 81 il Gio 22 Gen 2009 - 14:26

ciao jack.aubrey ti ringrazio per la ricerca che hai fatto!!!!ti volevo domandare se per caso hai pure qualche immaggine per meglio rendermi conto?????ti ringrazio per la pasienza dimostratami!!!!

Ti ringrazio e cordiali saluti!!



morfeo 81
avatar
morfeo 81
Nuovo Utente
Nuovo Utente


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiuto per vele

Messaggio Da jack.aubrey il Gio 22 Gen 2009 - 18:22

Te lo ripeto, mandami il tuo indirizzo e-mail così ti posso mandare quattro o cinque articoli (con immagini). Utilizza la funzione "messaggi privati". Ciao. Jack
avatar
jack.aubrey
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiuto per vele

Messaggio Da Ospite il Ven 23 Gen 2009 - 1:15

Ti chiedo scusa non avevo capito!!!lo faro appena possibile!!

ti ringrazio mille!!!!

distinti saluti morfeo 81!!

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Aiuto per vele

Messaggio Da feberet il Ven 18 Dic 2009 - 13:27

perfetta tutta la descrizione , io ho usato sempre immergerle nel Thè per dare l'effetto invecchiamento alle vele ... va bene ?
avatar
feberet
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiuto per vele

Messaggio Da nazacri il Mar 16 Ott 2012 - 13:05

Ottimo consiglio da tenere in considerazione.
Grazie mille
avatar
nazacri
Utente Navigato
Utente Navigato


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiuto per vele

Messaggio Da enrico pilani il Mar 16 Ott 2012 - 13:48

ciao
vedendo questo topic ho notato che all'inizio viene citato un mio articolo
ovviamente dato che scrivo in questo forum chi avesse domande sulle vele me le puo' fare
ciao ENRICO
avatar
enrico pilani
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiuto per vele

Messaggio Da F.G.Shirohige il Ven 5 Ago 2016 - 15:36

salve so che questo post è abbastanza vecchio ma c'è qualcuno che riuscirebbe a mandarmi questa raccolta di articoli sulle vele? grazie mille
Francesco
avatar
F.G.Shirohige
Nuovo Utente
Nuovo Utente


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiuto per vele

Messaggio Da Walter Furlan il Sab 6 Ago 2016 - 15:16

Ciao Francesco
Trovi tutto nel glossario del forum, oppure anche in "cerca" e digita "vele"
comunque ci sono decine di modi diversi di costruire e cucire vele, e su internet trovi tutto

_________________

Walter
Un amico è la persona con cui osi essere te stesso (Pam Brown)[/i]

Regolamento Forum: http://www.forumscuoladimodellismo.com/regolamento-f8/regolamento-del-forum-t274.htm
Guida pubblicazione video e immagini: http://www.forumscuoladimodellismo.com/guida-alla-pubblicazione-delle-immagini-f12/
E-mail moderazione: moderazione@scuoladimodellismo.it
avatar
Walter Furlan
Moderatore
Moderatore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Aiuto per vele

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum