Forum Scuola di Modellismo
Benvenuto su Scuola di Modellismo....il cui scopo è condividere idee ed esperienze, mettendole a disposizione di tutti i modellisti.

Per la visualizzazione di tutti i contenuti del forum REGISTRATI!!!!

***Ricorda di leggere il REGOLAMENTO prima di postare un messaggio.***

Potrai partecipare alla chat, ai sondaggi del forum, vedere gli ultimi argomenti e le guide sul funzionamento del forum.

***** Non dimenticare di presentarti! *****

Lo Staff
PER IL NOSTRO FORUM
Documento senza titolo
Chi è online?
In totale ci sono 3 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 3 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 234 il Gio 30 Dic 2010 - 8:51
Luglio 2018
LunMarMerGioVenSabDom
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Calendario Calendario

Accedi

Ho dimenticato la password

Dal 24-luglio-2009
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata


Colorare un modello.

Andare in basso

Colorare un modello.

Messaggio Da Modifica il Dom 4 Ott 2009 - 22:17

Ciao a tutti,
da un po' di tempo si dibatte sul Forum di un argomento importantissimo.
Si tratta di "colorare un modello". Si, ma come con quali materiali? con quali tecniche?
Ieri ho risposto a Muun riguardo al Bitume di Giudea.
Oggi ho fatto qualche ricerca e sicuramente su questo Link si trova qualche nozione riguardo ai materiali coloranti che venivano usati in epoche remote.
http://www.x-brain.it/zecchi/cat/pigmenti-in-polvere/pigmenti-antichi-i/
http://www.x-brain.it/zecchi/cat/pigmenti-in-polvere/2-altri-colori-del-passato/

Io personalmente, usualmente adopero colori Acrilici, che essendo a base di acqua rimangono opachi e non intasano i pori del legno, tuttavia per il Gozzo ho usato colori della Humbrol, smalti acrilici ma lucidi, in quanto essendo il Gozzo una imbarcazione da lavoro e realizzata in epoca recente, sicuramente era verniciata con smalti sintetici diluibili con Acqua di ragia, soprattutto brillanti in quanto lo smalto lucido non essendo poroso, non imrigiona nei suoi pori lo sporco e le particelle di acqua salmastra. Sul lucido scivolano via.
Tornando all'inizio, quindi alla colorazione, ritengo sia giusto e importante avere le giuste nozioni sull'utilizzo dei colori, ma è fondamentale anche sapere quando invecchiare o no un modello, senza escludere una accurata ricerca storica (quando possibile) sulla colorazione da effettuare.
Certo, la ricerca storica sulla colorazione è un'impresa faticosa e fidarsi delle istruzioni riportate nelle scatole di montaggio è un rischio, senza parlare poi delle informazioni (sempre riguardo alla colorazione) quasi mai riportate sulle tavole per l'autocostruzione.
Adesso mi fermo, altrimenti vengo a noia, ma sicuramente riprenderò il discorso.
Ciao, Modì.-
avatar
Modifica
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Colorare un modello.

Messaggio Da Muun il Dom 4 Ott 2009 - 22:40

Bene Modì le tue sono parole sante!

Anche io finora ho utilizzato sempre e solo colori acrilici, che sul San Felipe ad esempio hanno fatto un egregio lavoro.

Ma è giustissimo il discorso del periodo storico e della ricerca accurata.. anche se non è facile.

Io sto apprendendo parecchie cose che prima mi erano sconosciute!

Quindi attendo i tuoi prossimi post in merito a questo 'spinoso' problema.

GRAZIE Modì, ciao!
avatar
Muun
Utente Navigato
Utente Navigato


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Colorare un modello.

Messaggio Da picogio' il Lun 5 Ott 2009 - 10:44

per quanto riguarda i gozzi l'antivegetativo era rosso minio ed era una pittura ad olio x il resto vedi mozzo ciao giovanni
avatar
picogio'
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Colorare un modello.

Messaggio Da unimatrix0 il Mar 6 Ott 2009 - 15:29

Visto che oramai il problema " coloro o no e se si come ? " sembra abbia preso le redini del dibattito, vorrei cercare di essere di una qualche utilità esternandovi le mie esperienze in tal senso.
La tecnica del colore applicata al modellismo ha oramai raggiunto e forse superato quella prettamente pittorica, molte le soluzioni, i prodotti e gli accorgimenti, tutto questo purtroppo invece di facilitarci il lavoro a volte ce lo complica in quanto la realtà ci dice che il vecchio motto " meno cose ci sono meno cose si rompono" è sempre valido.
Veniamo ora a dare una rapida spiegazione di quelli che sono i prodotti che abbiamo a disposizione :
Colori - Possiamo qui distinguere a grandi linee tra acrilici ( a base acqua), smalti ( a base diluente), nitro ( a base chimica) e tinte ( a base acqua)
La scelta tra uno o l'altro è sempre e comunque relativa al supporto che dovrà ricevere il nostro trattamento e alla gamma che abbiamo a disposizione.
Parlo di gamma in quanto acrilici e smalti hanno delle gamme molto vaste e ci permettono di trovare praticamente pronta qualsiasi tinta desideriamo, infatti sono gli unici che utilizzano lo standard FS ( da non confondere con le ferrovie) e cioè Federal Standard che altro non è che una tabella che indentifica praticamente tutta la gamma, mi spiego meglio, ad ogni colore è associata una sigla composta da fs .... seguito da un numero, ciò corrisponde alla esatta corrispondenza del colore nella realtà dell'oggetto, questa convenzione infatti si riferisce ai colori utilizzati dalle varie nazioni ( perchè non sembra ma sono diversi) nella coloroazione dei loro mezzi terrestri, aerei e navali. Nel modellismo si fa riferimento appunto a questa tabella per avere un corrispettivo esatto nella tinta.
Aspetto negativo di acrilici e smalti e che non in tutto il modellismo possono essere usati, per esempio per dare una certa colorazione al legno, sono sconsigliati in quanto il loro potere coprente è molto elevato e perderemmo le venature del legno, mentre possono essere usati benissimo con piccoli oggetti quali polene, argani ancore ecc..
Cosa da tenere in alta considerazione è quella di utilizzare sempre e comunque una base di appoggio ( primer) per il colore in quanto ci permette una buona adesività nel caso di supporti particolari ed inoltre tende a rendere più o meno luminoso il colore che verrà poi utilizzato. Questi prodotti di solito vengono venduti in confezioni spray o da dare a pennello e le tinte sono bianco o grigio.
Gli acrilici e gli smalti hanno una buona coesione, asciugano rapidamente ( 10 min. circa al tatto) e li troviamo nelle variani : lucido, satinato o opaco.
Colori alla nitro, da usarsi ( secondo me) solo in casi rarissimi e su superfici ampie, hanno dalla loro una fortissima forza di coesione e cio fa si che anche eventuali segni lasciati dal pennello, in fase di asciugatura scomparirano in quanto la vernice tende ad unirsi. Per contro hanno necessità di un diluente specifico a cui alcuni, purtroppo, possono essere allergici, vanno usati tassativamente in locali molto aereati, il tempo di asciugatura è pittusto lento ( attesa consigliata 24 ore) e la gamma è piuttosto ristretta.
Le tinte, includo in questo gruppo in modo particolare acquarelli e colori ad olio. Per resa cromatica e possibilità di trovare la sfumatura giusta non hanno rivali, vasta gamma, asciugatura lenta che ci permette correzzioni e una resa finale semplicemente eccezzionale. Dicontro pretendono una certà esperienza e capacità al fine di ottenere risultati quantomeno accettabili.
Bombolette spray, molto utili, ottimo rapporto costo/resa, asciugatura rapidissima ( pochi minuti al tatto), gamma ristretta ma con varianti molto interessanti quali : oro, argento, bronzo, rame, zinco, cromatura, traparente sia lucido che opaco, convivono benissimo con smalti e acrilici. Per il raggiungimento di questi risultati sono praticamente irrinunciabili.
Termino qui questa prima stesura sperando di essere stato utile a qualcuno, mi riservo di continuare con una trattazione sulle tecniche di utilizzo.
avatar
unimatrix0
Collaboratore sostenitore
Collaboratore sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Colorare un modello.

Messaggio Da Davide Abati il Sab 10 Feb 2018 - 15:45

Mi introduco in questo argomento per chiedere alcuni consigli.
Quando devo verniciare? Ossia, si procede tutto alla fine quando il modello è ultimato o si stendono turapori, mordenti, oli, pitture, ecc... in diversi passaggi?
Scusate questa domanda da neofita Embarassed

avatar
Davide Abati
Nuovo Utente
Nuovo Utente


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Colorare un modello.

Messaggio Da Walter Furlan il Dom 11 Feb 2018 - 13:47

Ciao Davide, la verniciatura viene fatta generalmente alla fine di ogni passaggio.
Intendo dire dopo avere completato tutti gli incollaggi dei pezzi, dobbiamo tenere presente che sulla vernice il vinavil non incolla.

_________________

Walter
Un amico è la persona con cui osi essere te stesso (Pam Brown)[/i]

Regolamento Forum: http://www.forumscuoladimodellismo.com/regolamento-f8/regolamento-del-forum-t274.htm
Guida pubblicazione video e immagini: http://www.forumscuoladimodellismo.com/guida-alla-pubblicazione-delle-immagini-f12/
E-mail moderazione: moderazione@scuoladimodellismo.it
avatar
Walter Furlan
Moderatore
Moderatore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Colorare un modello.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum