Forum Scuola di Modellismo
Benvenuto su Scuola di Modellismo....il cui scopo è condividere idee ed esperienze, mettendole a disposizione di tutti i modellisti.

Per la visualizzazione di tutti i contenuti del forum REGISTRATI!!!!

***Ricorda di leggere il REGOLAMENTO prima di postare un messaggio.***

Potrai partecipare alla chat, ai sondaggi del forum, vedere gli ultimi argomenti e le guide sul funzionamento del forum.

***** Non dimenticare di presentarti! *****

Lo Staff
PER IL NOSTRO FORUM
Documento senza titolo
Chi è online?
In totale ci sono 6 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 6 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 234 il Gio 30 Dic 2010 - 8:51
Settembre 2018
LunMarMerGioVenSabDom
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Calendario Calendario

Accedi

Ho dimenticato la password

Dal 24-luglio-2009
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata


Gulnara 1832 (foratta)

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da foratta il Mar 28 Feb 2012 - 17:40

finalmente, ricevuti i disegni, posso aprire il mio PRIMO cantiere navale

Scheda di inizio cantiere
Nome: Gulnara
Tipo: Avviso a Ruote della Real Marina Sarda
Anno di costruzione: 1832
Lunghezza reale: 34,9 (p.p.) mt
Scala del modello: 1.50
Tipo modello: Autocostruito
Piano di costruzione: Franco Gay





dunque.. come molti di voi sanno il nonno è un navimodellista, premiato a livello locale, degli anni che furono.
appena arrivati i disegni mi sono precipitato da lui per "downloadare" quanto più possibile; putroppo, oltre che si inceppa, la tecnica esposta non mi ha convinto molto. quindi tocca a voi farmi da insegnanti!!! abbiate pazienza e siate clementi, la voglia è tanta e la conoscenza zero... Embarassed

ho già provvedduto a fare le fotocopie di tutte le ordinate e della chiglia.

PRIMA DOMANDA: come devo procedere per incollare i disegni sul legno per poi ritagliare le ordinate??
Embarassed Razz
avatar
foratta
Utente sostenitore
Utente sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da ErPiotta71 il Mar 28 Feb 2012 - 18:08

io faccio così:
copro tutta la superficie con del nastro di carta gommata poi con la colla incollo i disegni sul nastro di carta gommata.
avatar
ErPiotta71
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da Ospite il Mar 28 Feb 2012 - 18:09

Ciao foratta bel modello un due alberi a vapore sono costretto a seguirti Very Happy
Allora prima cosa che devi controllare sono le fotocopie, nel senso che devi misurare sia sull' asse x che la Y rispetto all' originale misure ovviamente più lunghe possibile dato che alcune fotocopiatrici pendono a rinpicciolire una delle due misure se non trovi questo difetto allora passiamo alla tua prima domanda:
io ultimamente uso fogli adesivi dato che lo reputo il miglior sistema ma nel tuo caso ti posso consigliare il sistema che usavo prima di questo che è quello della colla coccoina, sul legno fa una buona presa ed è poi anche facile eliminarla, il vinavil diluito te lo sconsiglio.
Un saluto
Sandro

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da mozzo il Mar 28 Feb 2012 - 18:13

Ciao foratta , Eccitato ho l'impressione che vuoi bruciare i tempi , calma e sangue freddo,quello che ti dico è il mio sistema , le ordinate fotocopiate su foglio adesivo A4
buon lavoro
mozzo Basketball

mozzo
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da foratta il Mar 28 Feb 2012 - 21:28

scratch scratch mumble mumble.. scratch
intanto grazie a tutti...
quindi il filo comune è di "appiccicare", in un qualche modo, il disegno sul legno.
a parte il fatto che a lavoro ultimato si toglie e rimane pulito, ha qualche altra utilità? tipo evitare che si strappi il legno.. scratch

visto che ho già investito in fotocopie, credo che questa volta opterò per la coccoina. qualche accortezza particolare per stenderla? io pensavo di scaldarla un poco. Suspect


avatar
foratta
Utente sostenitore
Utente sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da Forlani daniel il Mar 28 Feb 2012 - 21:50

Ciao foratta, se sono ancora in tempo io utilizzo questo stick e mi sono sempre trovato bene,



Colgo l'occasione per augurarti un buon cantiere.

Un Saluto!!!!!!! Very Happy
avatar
Forlani daniel
Utente sostenitore
Utente sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da foratta il Mar 28 Feb 2012 - 22:06

santos ha scritto: Allora prima cosa che devi controllare sono le fotocopie, nel senso che devi misurare sia sull' asse x che la Y rispetto all' originale
si Santos, ho verificato alla vecchia maniera. ho sovrapposto i disegni in controluce sulla finestra Razz

Forlani daniel ha scritto:Ciao foratta, se sono ancora in tempo io utilizzo questo stick e mi sono sempre trovato bene
Grazie Daniel
in casa, a questo punto, ho l'una e l'altra. magari faccio delle prove e vedo come mi trovo meglio.




avatar
foratta
Utente sostenitore
Utente sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da brggpl il Mer 29 Feb 2012 - 8:47

ciao foratta Very Happy
molto interessante il modello che ti sei scelto. Ahsisi
volevo chiederti se hai qualche notizia storica sulla nave?
per la questione del fissaggio delle fotocopie su chiaglia e ordinate, tieni anche presente che probabilmente saranno molto poche le superfici che dovrai poi liberare dalla carta (ad es. la parte inferiore, poppa e prua della falsa-chiglia).
buon proseguimento Ciao
avatar
brggpl
Responsabile glossario sostenitore
Responsabile glossario sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da foratta il Mer 29 Feb 2012 - 10:22

brggpl ha scritto:volevo chiederti se hai qualche notizia storica sulla nave?
ciao brggpl, a questo link trovi una bella scheda: storia e foto di un modello Wink

tornando al cantiere..
volevo incollare le ordinate ma, preso il compensato da 4mm (acquistato la settimana scorsa), ho notato che è leggermente curvo No
sicuramente colpa mia, l'ho stipato male, è un fatto grave? si recupera? posso andare avanti o devo fare qualcosa prima?! Embarassed Embarassed

GRAZIE A TUTTI PER LA PAZIENZA E L'AIUTO CHE MI STATE DANDO.
P.S. la coccoina, messa a bagno maria diventa liquida e senza grumi.. lo devo provare... confused
avatar
foratta
Utente sostenitore
Utente sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da Ospite il Mer 29 Feb 2012 - 11:45

Se il compensato è vistosamente storto devi prima cercare di raddrizzarlo se invece presenta una leggera flessione puoi iniziare a realizzare le varie ordinate e l' unica accortezza la farei sulla chiglia che è il pezzo più lungo e deve risultare perfettamente lineare e planare.

Per la coccoina basta anche una lampadina a renderla morbida e senza grumi, una volta tagliato il pezzo per levare i residui di carta basta uno straccetto umido.

Ho letto il tuo suggerimento storico e mi prende sempre più questo modello, complimenti per la scelta, qualche idea strana delle mie mi sta già frullando per la capoccia.
Quasi quasi smetto con l' arsenale.
Un saluto
Sandro

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da brggpl il Mer 29 Feb 2012 - 16:41

ciao foratta Very Happy
lette le notizie storiche al link postato study
ora seguo gli sviluppi
grazie e saluti Ciao
avatar
brggpl
Responsabile glossario sostenitore
Responsabile glossario sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da foratta il Mer 29 Feb 2012 - 22:27

vi posto i piccoli avanzamenti...
l'appiccicume


la sgrossata


Very Happy Very Happy

adesso la domanda.. Embarassed Razz


la linea tratteggiata, nel cerchio, che va dal dritto di poppa a prua, indica l'attacco del fasciame?


a parte il tratteggio, menzionato prima, perché il tagliamare lo disegna in questo modo? è un pezzo separato? o qualche accorgimento particolare?

GRAZIE, come sempre. mi sto divertendo molto sopratutto grazie ai vostri messaggi.
avatar
foratta
Utente sostenitore
Utente sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da cvincenzo54 il Mer 29 Feb 2012 - 22:46

Ciao foratta, è un modello molto interessante il tuo, per la tua domanda guardando il disegno sembra un pezzo separato, ma aspettiamo il parere dei più esperti, l'accorgimento potrebbe essere di farlo in legno pieno per non vedere il multistrato che cambia venatura, quando posti le foto penza a noi poveri vecchietti metti un formato più grande. ( incolla il secondo link non il primo)

ciao vincenzo

_________________
L'uomo non smette di giocare perché invecchia, ma invecchia perché smette di giocare.
(George Bernard Shaw)
avatar
cvincenzo54
Collaboratore sostenitore
Collaboratore sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da Ospite il Gio 1 Mar 2012 - 6:43

Il pezzo in prua è come dice Vincenzo appunto sostituire il compensato con legno nobile.
Il resto del tratteggio indica dove finisce il fasciame e quindi dove realizzare le battute.
Un saluto
Sandro

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da foratta il Gio 1 Mar 2012 - 9:04

Buongiorno mitici..!! sunny
santos ha scritto:Il pezzo in prua è come dice Vincenzo appunto sostituire il compensato con legno nobile.
Ok, e così sarà. Quale può essere un legno nobile adatto?
santos ha scritto:Il resto del tratteggio indica dove finisce il fasciame e quindi dove realizzare le battute.
questo lo affronteremo più avanti.. Razz

nel frattempo, un pezzetto alla volta, taglio le ordinate.. Smile
approposito.. visto anche il poco invaso della chiglia e delle ordinate, credete sia necessario uno scaletto??
oppure che tecnica usare per essere il più preciso possibile?

grazie, Alessandro.

avatar
foratta
Utente sostenitore
Utente sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da foratta il Ven 2 Mar 2012 - 12:14

foratta ha scritto:Ok, e così sarà. Quale può essere un legno nobile adatto?
non ho indea su cosa orientarmi Suspect .. e vorrei andare a comprarlo domani Razz

sempre a proposito della prua, il pezzo lo devo incollare subito o dopo fatto il fasciame?

un saluto, foratta.
avatar
foratta
Utente sostenitore
Utente sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da brggpl il Ven 2 Mar 2012 - 12:51

ciao foratta Very Happy
- scaletto: è necessario per tutte le lavorazioni successive. in genere (per modelli a scafo chiuso) mi costruisco un semplice scaletto ad uso "cantiere" utilizzando due sagome delle ordinate (una a prua e una poppa) unite da un piano. nel forum ci sono tanti esempi. ne esistono in commercio dei bellissimi con uno snodo in modo da poter orientare lo scafo e lavorarci sopra facilmente (vedi ad esempio ditta amati)
- legni per fasciame scafo: se colorerai lo scafo secondo la realtà la scelta non è importante (es. tiglio). se lascerai il legno a vista è una questione di gusti personale (es. noce).
- elemento ruota di prua - tagliamare: se proprio vuoi evidenziare la composizione degli elementi costituenti la ruota di prua e il tagliamare (specialmente se lasci il legno a vista), considera di scomporre gli elementi secondo il piano. ma in questo caso non userei il compensato per questi elementi: si noterebbero le stratificazioni.
(mi sembra dalle foto che la linea tratteggiata sia quella della battura)
naturalmente questi sono solo consigli soggettivi.........
buon lavoro Ciao
avatar
brggpl
Responsabile glossario sostenitore
Responsabile glossario sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da foratta il Ven 2 Mar 2012 - 13:14

brggpl ha scritto:
in genere (per modelli a scafo chiuso) mi costruisco un semplice scaletto ad uso "cantiere" utilizzando due sagome delle ordinate (una a prua e una poppa) unite da un piano.
scusa ma non ho capito molto bene.. Embarassed
brggpl ha scritto:
- legni per fasciame scafo: se colorerai lo scafo secondo la realtà la scelta non è importante (es. tiglio). se lascerai il legno a vista è una questione di gusti personale (es. noce).
qui si fà dura... i piani prevedono piastre in rame.. tenteremo
quindi opteri per il tiglio.
brggpl ha scritto:
- elemento ruota di prua - ma in questo caso non userei il compensato per questi elementi: si noterebbero le stratificazioni.
ed è appunto quello che voglio fare.. ma non sò che legno "nobile" comprare Suspect . voi solitamante cosa usate?

grazie, foratta
avatar
foratta
Utente sostenitore
Utente sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da brggpl il Ven 2 Mar 2012 - 15:48

ciao foratta Very Happy
cerco di essere più chiaro.
per scaletto intendo semplicemente questi:


il primo penso sia della ditta amati (immagine di grasso), il secondo è costruito in semplice compensato.
a questo indirizzo trovi delle varianti:
http://www.forumscuoladimodellismo.com/t1275-reggi-chiglia-fai-da-te?highlight=scaletto

parlando invece del fasciame dello scafo, se l'opera viva (la parte immersa) verrà rivestita in rame e la rimanente parte sarà verniciata (come mi pare di aver capito), a maggior ragione non mi preoccuparerei dell'estetica del legno e non taglierei il tagliamare e la ruota dalla falsa-chiglia.
se hai bisogno, non fare complimenti.
saluti Ciao


Ultima modifica di brggpl il Sab 3 Mar 2012 - 10:54, modificato 1 volta
avatar
brggpl
Responsabile glossario sostenitore
Responsabile glossario sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da foratta il Ven 2 Mar 2012 - 22:09

@gian: grazie ora ho capito.. io invece intendevo uno scaletto per il montaggio delle ordinate. tipo il post "scaletto migliorato" che, come il link che hai messo, non posso ancora vedere Sad Sad

per quanto riguarda l'opera morta, le tue parole mi hanno ricordato di aver letto qualcosa in merito Shocked

pertanto il problema è risolto Very Happy Embarassed

a presto
foratta
avatar
foratta
Utente sostenitore
Utente sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da foratta il Lun 26 Mar 2012 - 22:40

ciao a tutti, scusate la latitanza ( Sleep ) ma, fra casa e ufficio, ho passato delle settimane da capogiro.... affraid

comunque nel frattempo ho fatto dei piccoli passi avanti di cui voglio farvi partecipi... pale




ci sto prendendo la mano, le prime due le ho dovute buttare scratch

a presto per altri aggiornamenti e domande...
foratta
avatar
foratta
Utente sostenitore
Utente sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da Forlani daniel il Lun 26 Mar 2012 - 23:17

Ciao foratta, pensi di mettere dei rinforzi provvisori tipo dei listelli per salvaguardare l'integrità di questi particolari? perchè secondo me se non stai più che attento alcuni si rompreranno strada facendo.

Un Saluto!!!!!!! Very Happy
avatar
Forlani daniel
Utente sostenitore
Utente sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da onip il Lun 26 Mar 2012 - 23:32

Ciao ragazzi,

concordo con daniel, e riposto una foto di foratta



quando mi trovo a lavorare con quel tipo di ordinate la parte indicata con la linea nera (non è perfetta) dopo averla tagliata non la getto, ma la riposiziono puntantola con due gocce di colla come nei punti rossi, e dopo aver fatto il fasciame la stacco, basta una leggera pressione, così salvo quelle struttre delicatissime Basketball

spero sia un buon suggerimento.

Pino
avatar
onip
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da Picelli Bruno il Mar 27 Mar 2012 - 7:47

Proprio un bel soggetto Gulnara, diverso dal solito.
Ha intenzione di farlo statico o navigante ?
avatar
Picelli Bruno
Forumnauta
Forumnauta


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da foratta il Mar 27 Mar 2012 - 16:58

intanto grazie per i commenti e rispondo:
Forlani daniel ha scritto:perchè secondo me se non stai più che attento alcuni si rompreranno strada facendo.
Suspect urk.. effettivamente ora che ci penso.. tra l'altro uno già è partito.. :-(

onip ha scritto: ma la riposiziono puntantola con due gocce di colla come nei punti rossi, e dopo aver fatto il fasciame la stacco
grazie del consiglio, farò dei rettangolini e li applico. Razz

Picelli Bruno ha scritto:Proprio un bel soggetto Gulnara, diverso dal solito.
Ha intenzione di farlo statico o navigante ?
no, Bruno. sarà un modello statico. non credo di essere in grado di realizzare un modello navigante. Embarassed

ora la domanda:
comunque, anche se più in la, gli scalmotti (si chiamano così?) poi andranno tolti?

Foratta
avatar
foratta
Utente sostenitore
Utente sostenitore


Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gulnara 1832 (foratta)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum